Goffredo Caminiti - il Signor Seac per Torino, Biella e Valle d'Aosta

Caro lettore,

Stavolta ti metto in guardia sin da principio: questo articolo potrà sembrarti irriverente e a tratti un po’ polemico. 

Ho deciso infatti di svelarti, una volta per tutte ed una ad una, 3 verità che nessuno dei tuoi fornitori di Banche Dati Professionali avrebbe mai il coraggio di ammettere di fronte a te. 

Tirerò in ballo valori importanti per me come l’etica, la professionalità e la trasparenza. 

Quindi ti chiedo scusa fin da subito se avrai la sensazione che pecchi di modestia, ma posso garantirti che tutto quello che sto per scrivere ha un fondamento ben preciso. 

Sai cosa mi consente di essere così schietto e onesto?

22 anni di onorata carriera nel settore della Banche Dati (e scusa se è poco!). 

 

Forse lo sai meglio di me, quando si lavora per oltre 22 anni nello stesso settore e nella stessa zona, hai la sensazione di conoscere anche le pietre su cui cammini. 

Se la tua attività si trova nelle province di Torino, Biella e nella regione della Valle d’Aosta molto probabilmente conoscerai i rappresentanti delle case editrici meglio delle tue tasche. Ed è piuttosto normale visto che gran parte di loro – salvo qualche rara eccezione – sono sempre gli stessi da una vita. Vendono lo stesso prodotto agli stessi clienti praticamente da sempre. 

 

Beh, è arrivato il momento di dirti come stanno le cose in modo onesto e senza peli sulla lingua. Mi auguro che le mie riflessioni possano aiutarti nel momento in cui dovrai compiere una scelta per la tua attività. 

 

Premetto: non ho nulla di personale contro questi commerciali, che sono brave persone (con alcuni di essi condivido un legame di sincera stima e amicizia). Tantomeno non voglio entrare nel merito della loro bravura e capacità come professionisti. Non è questo il punto.   

 

Il punto è che la maggior parte di essi ha lavorato sempre e solo presso la “propria” casa editrice. Va da sé che tutta la loro conoscenza del “mercato delle Banche Dati” si esaurisce all’interno delle uniche una/due aziende con cui hanno collaborato. Stop. 

 

Vedi, questo semplice dettaglio che potrà sembrarti irrilevante, in realtà fa tutta la differenza del mondo, specie nel momento in cui ti trovi a valutare quale Banca Dati Professionale adottare all’interno del tuo studio.

 

Chiusa questa parentesi, lascia che ti snoccioli una ad una le 3 verità:

 

VERITÁ NUMERO 1.

Chi ha lavorato per una sola azienda conosce solo quella realtà e molto spesso ha una visione incompleta del mercato. È concentrato sul proprio prodotto ed è convinto che sia il migliore al mondo. 

 

Per intenderci, mi riferisco a quei commerciali che si presentano nel tuo ufficio e cominciano a recitare a memoria sempre la stessa solfa: la mia azienda esiste da tot anni, facciamo questo, lo facciamo meglio di chiunque altro (come se qualcuno potesse dichiarare il contrario: “sa, noi facciamo questo da sempre, ma lo facciamo proprio male eh!…”). 

 

Per quel che mi riguarda non ho mai nascosto il fatto di aver lavorato per una gran quantità di aziende di Banche Dati. Anzi, vado fiero dell’esperienza che ho accumulato perché mi ha permesso di conoscere da vicino la filosofia di redazioni diverse e capire punti di forza e debolezze di ognuna. 

 

Se mi rivolgi una domanda – una domanda qualsiasi sul mondo delle Banche Dati – so risponderti con estrema precisione, puntualità e schiettezza meglio di chiunque altro. 

 

Quindi la domanda sorge spontanea: come fai a fidarti di una persona che si presenta come “la migliore soluzione sul mercato” che tuttavia non ha mai toccato con mano NESSUNA delle possibili alternative?

 

Lascio a te la risposta…

 

VERITÁ NUMERO 2.

Essere arrivati prima non è sinonimo di Essere i Migliori. 

 

Le prime banche dati (a schede mobili, se ti ricordi) sono nate negli anni Novanta. Vale a dire che sono passati 30 anni durante i quali è successo più o meno di tutto. Un esempio su tutti: Google, che ha reso il reperimento di informazioni molto più rapido ed efficente.

 

Alla fine degli anni Novanta sono arrivate le prima banche dati su floppy disk, poi su dvd, fino alle attuali in Cloud.

Alcune Case Editrici che disponevano di grossi capitali sono passate subito a questa nuova tecnologia, pubblicizzandosi come i primi “innovatori” nel settore. 

Essere i primi tuttavia non è sinonimo di qualità, soprattutto se i tuoi prodotti non sono costruiti sulle reali esigenze dei clienti.  

Infatti…

Purtroppo quando sei parte di una multinazionale, sei appunto “solo” una parte di una grande azienda che ti obbliga a rendere conto ai propri azionisti. 

E sai cos’è davvero nell’interesse degli azionisti? Tre cose. 

 

Il profitto, 

Il profitto, 

Il profitto. 

 

Ho visto di persona sacrificare le esigenze dei clienti sull’altare del profitto, mettendo in atto ogni strategia possibile per aumentare il margine di guadagno degli investitori, che tra l’altro sono i veri padroni dell’informazione che compri.

 

Molte professionisti sono convinti che acquistare una Banca Dati di un Brand noto, sia automaticamente garanzia di qualità, accuratezza, puntualità.

Mi spiace deluderti ma non è così. Avere un Brand importante NON è per forza sinonimo di qualità del prodotto, lo dimostrano numerosissimi casi sul mercato. 

 

Quante volte al supermercato hai comprato un prodotto di un Brand importante, che tuttavia si è rivelato una delusione? 

 

Quante volte hai acquistato un capo d’abbigliamento di un Brand importante… che si è rivelato di pessima qualità? 

 

Quante volte ti è capitato di rivolgerti a un dentista, un avvocato o un qualsiasi altro professionista ritenuto “il più noto della sua categoria”, per trovarti poi a perdere un sacco di tempo e di soldi inutilmente? 

 

Puoi trasferire il medesimo concetto al mondo della Banche Dati. 

Mi sembra che di motivi ce ne sia già a sufficienza per parlarti del punto che ritengo più importante di tutti… 

 

VERITÁ NUMERO 3. 

NON ESISTE LA BANCA DATI “PERFETTA” CHE VA BENE PER TUTTI!

 

Lo dovevo dire e l’ho detto! 

Magari ti sembrerà la scoperta dell’acqua calda, ma credimi, sono felice di poter scrivere questa verità in modo libero e trasparente. 

Quanti dei commerciali di Banche Dati che conosci e vedi regolarmente, sarebbero disposti ad affermare la stessa cosa? 

Probabilmente pochi, visto che sono convinti di avere il prodotto perfetto per CHIUNQUE. Ecco, stai ben attento ai venditore che si accomodano nel tuo ufficio e ti dicono una cosa del genere perché mentono sapendo di mentire!

 

I più onesti, al contrario, non hanno alcun problema ad accettare che il proprio prodotto abbia dei limiti e quindi possa funzionare bene in alcuni casi e meno in altri. 

 

Ma un venditore “meno onesto” difficilmente accetterà che il suo prodotto non possa essere la panacea ad ogni male. 

“Goffredo ma anche tu sei un commerciale e come tutti tiri l’acqua al tuo mulino!!” 

 

Posso darti ragione, tuttavia, così come non esiste la banca dati perfetta per tutti, nemmeno io credo di poter andare a genio a tutti (sono simpatico ma ciascuno ha i propri gusti!).

Allo stesso tempo ti dico anche che non tutti possono andare bene a me.

Ed è per questo che non ho bisogno di vendere una Banca Dati a tutti i costi, ma preferisco piuttosto capire prima chi ho davanti.

Credimi, questo fa tutta la differenza del mondo nell’ottica di una collaborazione tra professionisti.

Personalmente non appartengo alla categoria dei raccoglitori d’ordine che vedi una  volta quando si avvicina la data di scadenza del contratto.

Ho sempre preferito giocare a un altro sport, molto più soddisfacente e remunerativo nel lungo periodo.  Sto dalla parte del cliente, soprattutto nel momento in cui ha bisogno di me per comunicare con l’azienda (fosse anche solo per una fattura errata, un libro non spedito o per qualsiasi altro motivo).

Se anche tu deciderai di affidarti a me, sarò sempre disponibile, non solo per compilarti l’ordine!

Vuoi verificarlo tu stesso?

Allora mettimi alla prova.

 

Chiama il numero verde che vedi qui in alto, oppure scrivimi dall’area Contatti.

 

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su twitter

Hai bisogno di una consulenza?

Ho un numero verde a tua disposizione

Goffredo Caminiti

Dal 1998 lavoro con i Professionisti (Commercialisti e Consulenti del lavoro)delle province di Piemonte e Valle d’Aosta.

Sono specializzato nel DARE VALORE aldilà del prodotto.I miei clienti non sono MAI lasciati soli e mi vedono e sentono, molto più spesso che al momento del rinnovo contrattuale. Sono sempre pronto a risolvere qualsiasi tipo di problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *